Bravo Maroni …

… siamo d’accordo con Lei.

“… se necessario sparare, si spari”.
Lo ha dichiarato Maroni Roberto, attuale Presidente della Lombardia, in un’intervista sull’ aggressione a due ferrovieri effettuata con colpi di machete da un gruppo di salvadoregni trovati a viaggiare su un treno sprovvisti di biglietto.
L’ex ministro degli interni ha chiesto di far viaggiare militari e polizia sui convogli per contrastare eventi del genere e pronti a sparare “per legittima difesa”.
Ci pare una richiesta assolutamente ovvia. Però …
… cosa ha fatto Lei quando era Ministro degli Interni?
Può darsi che ci sia sfuggito qualche dettaglio ma non ricordiamo iniziative o leggi nel senso da Lei auspicato ora.
E poi se lo immagina a cosa andrebbe incontro un agente di pubblica sicurezza od un carabiniere che sparasse per legittima difesa?
Quando era al Ministero degli Interni il governo di centro-destra -che nell’immaginario di moltissimi è un po’ fascista, propenso a manganellare e dalla pistola facile- ha approvato qualche articolo di legge che liberasse le forze dell’ordine da vincoli che vanno oltre ogni ragionevole motivo?
Ora governa il centro sinistra ma se venisse il giorno in cui Lei sarà nuovamente membro autorevole di un governo di centro-destra si ricorderà della sua dichiarazione?

Staremo a vedere.

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0
termini e condizioni.

Persone in questa conversazione

  • Ospite (Marco)

    Leggo in ritardo ma, mi sembra, sempre in tempo. Caro articolista non ti è sfuggito niente difatti, passato qualche tempo, Maroni ha fatto marcia indietro attenuando di parecchio le sue valutazioni. Come diceva una canzone "Lo Stato si costerna, s'indigna, s'impegna" ... e poi ci ripensa.

    Mi piace 0 URL breve:
  • Caro Marco,
    grazie per il commento. I politicanti sono sempre stupefacenti.
    Mi chiedo che senso abbia la retromarcia maroniana. Temeva di essere considerato cattivo?
    Direi che l'etichetta di cattivi è già stata appiccicata ai leghisti quindi cosa aveva da perdere mantenendo l'opinione espressa? Essersi rimangiato quanto detto non lo farà considerare meno cattivo da chi lo giudica tale mentre gli farà perdere la considerazione di chi aveva approvato la sua dichiarazione.
    Dire, poi correggersi, magari ritrattare è comportamento usuale dei politicanti che verosimilmente rispecchia un'abitudine diffusa anche in ambito più generale.
    D'altra parte gli italiani hanno i rappresentanti che si meritano.

    Mi piace 0 URL breve:
-----------------------------
©2023 Associazione Repubblica di GENOVA | privacy policy | realizzazione ilpigiamadelgatto